Perchè un ecommerce non vende?

un progetto, così come un’opera d’arte, non termina mai, al più va abbandonato.
L’ecommerce sta cambiando il commercio globale, richiede impegno e dedizioni costanti e spesso un commerciante finisce per abbandonare il suo progetto per mancanza di risultati.

Oggi vi parlo di alcune semplici linee guida con cui web-idea affronta e risolve giornalmente i problemi dei suoi clienti, tracciando la strada da seguire per migliorare quell’opera d’arte che è un sito ecommerce per il suo proprietario.

Il vostro sito non vende?

Prima di tutto occorre comprendere se riceve un adeguato numero di utenti oppure se scarseggia in termini di visite.
Nel secondo caso occorre fare un lavoro di promozione del sito, attraverso i social, il miglioramento dell’indicizzazione dei risultati, gli strumenti pubblicitari di Google, Facebook o chi per loro, insomma dobbiamo prima di tutto generare del traffico.
Se invece i visitatori ci sono ma le vendite scarseggiano dobbiamo concentrarci sulle ragioni per le quali i clienti non ci scelgono.
Va quindi fatta un’analisi dei prezzi rispetto alla concorrenza, un’analisi sull’usabilità e l’user experience del nostro sito, ovvero sia quanto è semplice per un utente medio portare a termine un acquisto e migliorare questo processo il più possibile.

Il design dei siti di 10 anni fa non è certamente lo stesso di adesso, e fra 10 anni quelli di oggi sembreranno molto antiquati. Stare al passo è la parola d’ordine. Il mondo del web cambia continuamente e se vogliamo nuotare in questo mare dobbiamo adattarci ai cambiamenti, stando sempre pronti a investire risorse.

Un cliente soddisfatto è la miglior pubblicità che potete avere, ed è gratis. Quindi curate con attenzione la fase post-vendita.

Precedente

Opzioni sviluppatore Android, ecco perché abilitarle

Telegram: Trucchi, Segreti e Numeri

Successivo